La Piscine, un museo in una piscina

Riprendo a scrivere parlandovi di quello che secondo me è uno dei posti più belli da visitare nella metropoli di Lille, che comprende Lille, Roubaix, Tourcoing e Villeneuve d’Asq. Mi piace che si sia recuperato un antico edificio che non si utilizzava più e lo si sia recuperato per farci un museo.

In effetti, si chiama piscina ma è un museo. La piscina è esistita per davvero ed era quella del comune di Roubaix, inaugurata nel 1932, ad opera di un architetto lillese, Albert Baert, in stile art déco.  La costruzione della piscina si è basata su un progetto politico preciso: fu concepita come un santuario dell’igiene in risposta alla miseria della popolazione operaia che viveva a Roubaix. I membri del comune provenivano da classi operaie e misero a disposizione della popolazione delle strutture sportive di alto livello.

La struttura ricorda quella di un abbazia con quattro ali. Nelle ali Sud e Ovest si potevano usare i bagni. Nell’ala Nord si trovavano gli spazi dove passeggiare, la terrazza per prendere il sole ed un bar. Il bacino di acqua e le cabine per cambiarsi si trovavano nell’ala Est la cui vetrata rappresenta il sole all’alba e al tramonto.

IMG_20161119_152344 copy

In questa foto si possono vedere in nero la struttura originale del 1932, in blu le strutture che già esistevano e che sono state annesse al museo dal 2001 e in giallo l’estensione che fu costruita nel 2001 e nel 2016

La “piscine” fu chiusa per ragioni di sicurezza nel 1985 e poi trasformata in museo nel 2001 grazie ad un progetto di recupero ad opera di Jean-Paul Philippon, architetto del museo di Orsay.

IMG_20161119_154555_1

La bellissima vetrata della piscina

L’ingresso e la sala delle esposizioni temporanee si trovano in un’antica fabbrica mentre la piscina accoglie delle sculture disposte intorno a ciò che è rimasto del bacino di acqua. Il primo piano raccoglie opere di moda e una raccolta di tessuti prodotti a Roubaix, in cui vi erano diverse fabbriche.  Al piano terra invece  numerose opere di pittori, alcuni originari della regione ma anche opere più contemporanee. Ci sono anche un auditorium e una biblioteca, ma dopo una visita in questo bellissimo luogo vi consiglio di non perdervi una sosta nella caffetteria della famosa pasticceria Meert, anche solo un tè caldo e una gaufre alla vaniglia del Madagascar meritano.

IMG_20161119_152339_1

La famosa gaufre di Meert alla vanglia del Madagascar

Alla prossima per scoprire altri bellissimi luoghi della metropoli lillese,

scatoletta

  • LA PISCINE, Musée d’Art et d’Industrie
  • Indirizzo: 23, rue de l’Espérance, 59100 ROUBAIX
  • Orari di apertura: 11:00-18:00; ven 11:00-20:00; sab e dom 13:00-18:00
  • Giorni di chiusura: lunedì
  • Sito internet del museo
Annunci

2 pensieri su “La Piscine, un museo in una piscina

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...