La Piscine, un museo in una piscina

Riprendo a scrivere parlandovi di quello che secondo me è uno dei posti più belli da visitare nella metropoli di Lille, che comprende Lille, Roubaix, Tourcoing e Villeneuve d’Asq. Mi piace che si sia recuperato un antico edificio che non si utilizzava più e lo si sia recuperato per farci un museo.

In effetti, si chiama piscina ma è un museo. La piscina è esistita per davvero ed era quella del comune di Roubaix, inaugurata nel 1932, ad opera di un architetto lillese, Albert Baert, in stile art déco.  La costruzione della piscina si è basata su un progetto politico preciso: fu concepita come un santuario dell’igiene in risposta alla miseria della popolazione operaia che viveva a Roubaix. I membri del comune provenivano da classi operaie e misero a disposizione della popolazione delle strutture sportive di alto livello. Continua a leggere

Au Phô Ly’s, abbiamo provato la zuppa Pho

La settimana scorsa mio marito si è fissato che voleva provare un nuovo ristorante asiatico, alla fine abbiamo optato per un ristorante cambogiano che abbiamo trovato curiosando su internet. Dall’esterno questo posto non mi ispirava, sarà per quel verde chiaro della facciata che proprio non mi piace, ma questo forse è un problema mio. Per fortuna non ci siamo fermati al mio problema con il verde e siamo entrati. Dentro l’ambiente é molto semplice, tavoli di legno e sempre del verde nella decorazione, ok la smetto con il verde :).

Continua a leggere

Piccole gioie

Qualche mese fa ci è successa una cosa troppo carina. Ho trovato nella buca delle lettere una busta lunga, come quelle che contengono le baguette, con scritto “In cambio di questo sacchetto, il tuo panettiere artigiano vi offre una banette”, non una baguette… firmato il panificio pasticceria Maes. Ho controllato l’indirizzo e non era proprio vicino casa, ma ci siamo capitati nel pomeriggio con mio marito e quindi ci siamo fermati. Il locale è molto bello, ben curato.

Continua a leggere

Una passeggiata a Lille

Il centro di Lille è davvero bello, molte stradine sono pedonali e perdervisi è un vero piacere. Spesso, il sabato mattina, andiamo a farci una passeggiata. L’ultima volta siamo partiti da casa a piedi anche perché mio marito ultimamente si sta appassionando ai temi dell’impatto zero e io ne sono entusiasta! Abbiamo scoperto un percorso – che si può fare anche in bici (la prossima volta sicuramente approfitteremo del V’Lille) – che costeggia il fiume e ci si ritrova nel bellissimo parco della citadelle.

dav

Il fiume Deule di Lille con il sentiero per passeggiare o andare in bici.

Continua a leggere